Home Ambasciatori 2022 Ambasciatori per la Terra COP 26 di GLASGOW

COP 26 di GLASGOW

111
0

Nella conferenza, il Dottor Pierluigi Sassi ha affrontato in modo semplice e chiaro il grave problema del l’aumento del riscaldamento globale, parlando inoltre della conferenza 26 che si è tenuta a Glasgow.
Per “COP” si intende una conferenza internazionale in cui si riuniscono i 193 stati membri delle Nazioni Unite per stabilire strategie di contrasto al riscaldamento globale.


Tutto ebbe inizio nel 1992 a Rio de Janeiro, dove fu svolto un grande summit per la terra e successivamente sono susseguite ad esso altre 26 conferenze riguardanti il clima. Il riscaldamento globale, da 170 anni fa ad oggi, è aumentato di 1,2 gradi e tale aumento ha generato e sta generando veri e propri disastri naturali, come l’acidificazione dei mari o piogge anomale, inoltre il ciclo naturale con cui ogni specie si distingue è cento volte più veloce rispetto a prima e ciò è stato principalmente causato dal nostro utilizzo eccessivo di gas.


Quindi il riscaldamento globale è un problema che deve essere risolto il prima possibile e nonostante in questi anni sono state realizzate numerose conferenze e incontri, non si è mai trovato un vero e proprio accordo comune e per tale motivo la situazione invece di migliorare sta solo peggiorando costantemente.
Gli scienziati ci dicono che bisogna dimezzare le emissioni entro il 2030, mentre nella conferenza di quest’anno a Glasgow si discuteva addirittura di fare ciò entro il 2050 e 2060.

L’unica vera soluzione a tale problema siamo noi ragazzi/e e per questo motivo il Governo Italiano, per la prima volta in assoluto, ha invitato alla conferenza di Glasgow dei giovani ragazzi per non lasciarci abbandonati ed esclusi nel ghetto della protesta.


A pagare il prezzo più alto di tutto ciò sono i paesi più poveri, nonostante essi siano i meno colpevoli, e per questo motivo sono anche coloro che chiedono il giusto risarcimento dei danni che hanno subito e stanno tutt’oggi subendo.
Un’ulteriore problema è infatti quello dei paesi più ricchi, i veri responsabili, ma nonostante ciò, nell’ultima conferenza sono coloro che hanno deciso di donare cento miliardi di euro ai paesi più poveri, a partire dal 2023.


Negli ultimi anni siamo riusciti ad aumentare la ricchezza mondiale, ma in compenso è anche aumentato il
numero di persone povere, mentre è anche diminuito del 40% il capitale naturale.


Nel nostro paese il tema dell’economica circolare è stato preso in un modo notevolmente serio rispetto ad
altri paesi e siamo tra i migliori paesi al mondo nel riutilizzo di oggetti usati, utile per diminuire di molto il
consumo.


LORENZO IANNI
4CLS POLO LICEALE GIUSEPPE MAZZATINTI
GUBBIO PG

Previous articleIL TEMPO
Next articlePresentazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here